INFEZIONI VIRALI EPIDEMICHE E INFEZIONI BATTERICHE RESISTENTI AGLI ANTIBIOTICI

Come aumentare le difese immunitarie in corso di infezioni virali aggressive e batteriche resistenti ai comuni farmaci.

La fitoterapia e l’omeopatia possono essere di grande aiuto.

Innanzi tutto bisogna condurre una vita il più possibile equilibrata; mantenere un regolare ritmo sonno – veglia , una corretta alimentazione e attività sportiva quotidiana (è sufficiente una camminata di 40 minuti circa ogni mattina possibilmente nei parchi o dove l’aria è più pulita).

L’eubiosi intestinale è di fondamentale importanza per sconfiggere eventuali infezioni. L’intestino deve funzionare regolarmente e non bisogna essere in uno stato di disbiosi intestinale cioè di crescita a livello del lume intestinale di flora batterica patogena o di candida o di parassiti poiché riducono la funzionalità del sistema immunitario

Altrettanto importante è contrastare l’acidosi tessutale.  L’acidosi tessutale è favorita da una alimentazione troppo ricca in zuccheri,  cereali raffinati, proteine animali e povera in verdura e frutta cruda. Contribuiscono a questo stato lo stress e l’assunzione regolare di farmaci.

Lo stato di acidosi è la porta di tutte le malattie , quando siamo in uno stato di acidosi siamo molto più suscettibili ad ammalarci e a infettarci.

In commercio si trovano molti composti detti alcalinizzanti miscele di sali e minerali capaci di contrastare l’acidosi, è utile assumerli due tre volte alla settimana. In condizioni di stress psicofisico, malattie, alimentazione scorretta anche quotidianamente.

Sia come prevenzione che come cura in caso di infezioni  è consigliabile una integrazione di vitamine  e di minerali .

Soprattutto  Vitamina C, ma anche vitamina E, Vitamine del gruppo B, B9 e B12, magnesio, manganese, calcio, ferro, zinco, rame, selenio.

Le Vitamine sono coenzimi che, insieme ai minerali,  permettono le reazioni enzimatiche fondamentali per per la vita.  

Ottimi i succhi di verdura (sedano,carota, barbabietola)  effettuati con l’estrattore da assumere una volta al giorno al mattino a digiuno prima di colazione. Con aggiunta di frutta preferibilmente mela, ananas, melograno e succo di limone molto ricco di vitamina C.

L’assunzione del rimedio omeopatico costituzionale, cioè scelto sulla totalità dei nostri sintomi e della nostra storia personale, è sicuramente una delle strategie migliori e più profonde per riequilibrare il sistema immunitario e permetterci di affrontare eventuali infezioni in pieno stato di salute.

Anche la fitoterapia può essere di grande aiuto

Alcune piante sono utilizzate da secoli dall’uomo e dalle medicine tradizionali come valido aiuto in corso di infezioni. Molto interessante è constatare che  la scienza e la ricerca clinica attuale ne hanno confermato l’utilità in moltissime situazioni cliniche infettive.

In questo articolo cito alcune delle più importanti, alcune e non tutte, con particolare attenzione alle piante attive nei confronti di batteri antibiotico resistenti e nei confronti  dei virus e dei virus della specie coronavirus.

ECHINACEA radice

ECHINACEA  radice

Sia la varietà Purpurea che la varietà Angustifolia.Piante originaria del Nord America, cara alla cultura e medicina tradizionale dei nativi americani.

HELICHRYSUM ITALICUM

HELICHRYSUM ITALICUM sommità fiorite

Possiede attività antinfiammatorie e antivirali. I flavonoidi contenuti nel fitocomplesso non solo hanno azione antistaminica ma inibiscono la liberazione di importanti fattori dell’infiammazione responsabili della bronco costrizione (leucotrieni e prostaglandine) e delle sindromi asmatiche più gravi. La ricerca clinica ha confermato potenti attività antimicrobiche nei confronti dello Staphylococcus aureus, del batterio della tubercolosi e nei confronti dell’herpes virus, del virus dell’influenza , del virus della poliomelite e dei virus che danno forme para-influenzali come Coronavirus.

SAMBUCUS NIGER sommità fiorite

SAMBUCUS NIGER sommità fiorite

Dimostrata efficacia nel ridurre rapidamente l’intensità dei sintomi dell’influenza e la durata della patologia. Aumenta la produzione di anticorpi contro il virus influenzale. Indicato nelle bronchiti e polmoniti . In alcuni studi scientifici viene indicata come piante utile nelle infezioni virali a carattere epidemico e pandemico

PANAX GINSENG radice

Grandissima pianta tonica adattogena. Utilizzata da secoli dall’uomo: dona la longevità, immunostimolante, antitumorale, ipoglicemizzante e regolatrice della pressione arteriosa . Ricerche recenti la consigliano come uno dei più potenti aiuti nei confronti dei virus oltre che dell’influenza della specie Coronavirus.

Non adatto ai bambini!

GLYCYRRHIZA  GLABRA ovvero LIQUIRIZIA

Non solo caramelle… Grande pianta con azione anti -gastrite e anti- ulcera gastrica, tonica adattogena, antidepressiva, antitumorale, antinfiammatoria e antiallergica. La pianta ha dimostrato azione antibatterica e antimicotica (Candida Albicans) ma anche azione antivirale nei confronti di virus quali Herpes virus, HIV virus, il Virus dell’influenza  e Coronavirus specie. Viene consigliata come validissimo aiuto nella sindrome respiratoria acuta SARS da Coronavirus

BERBERIS VULGARIS detto Crespino. Radice

BERBERIS VULGARIS detto Crespino. Radice

Azione antimicrobica ad ampio spettro e nei confronti delle infezioni da batteri resistenti agli antibiotici. Il fitocomplesso grazie alla presenza di alcuni alcaloidi isochinolonici di cui il più importante è la berberina (contenuta anche nell’hydrastis canadensis pianta antinfettiva per eccellenza degli indiani d’america) è in grado di combattere infezioni causate da batteri come lo staphylococcus  specie e lo streptococcus specie; Clamydia, i batteri causa della gonorrea e della meningite, sifilide, tifo, colera, salmonella e molti altri. Aiuta in tutte le forme di dissenteria batteriche. Candidosi intestinali e sistemiche. Thrichomonas vaginale.

I ricercatori confermano l’efficacia anche nei confronti di temibili parassiti intestinali (sempre più frequenti a causa di viaggi e flussi migratori) come la Giardia e l’Entamoeba Histolitica. Unica precauzione le terapie con Crespino non possono essere di durata superiore a 30-40 giorni nel caso si possono ripetere dopo qualche settimana di interruzione, non è consigliabile nei bambini e nelle donne in gravidanza.

JUGLANS REGIA foglie

JUGLANS REGIA foglie

Per il Dott. Bach (walnut fiore) è il fiore della protezione per eccellenza.  Attivo sia su batteri gram positivi che gram negativi responsabili  di molte infezioni ospedaliere resistenti agli antibiotici. Aiuta contro agenti patogeni quali Pseudomonas Aeruginosa, Klabsiella Pneumoniae, Escherichia Coli. Virus: HIV, Herpes Virus, Poliovirus (poliomelite), Miceti quali Candida Albicans intestinale e Criptococcus.

THYMUS SERPILLUS E VULGARIS  pianta intera

THYMUS SERPILLUS E VULGARIS  pianta intera

Per il Dott. Bach (walnut fiore) è il fiore della protezione per eccellenza.  Attivo sia su batteri gram positivi che gram negativi responsabili  di molte infezioni ospedaliere resistenti agli antibiotici. Aiuta contro agenti patogeni quali Pseudomonas Aeruginosa, Klabsiella Pneumoniae, Escherichia Coli. Il timo è una pianta da noi conosciuta più per le sue proprietà culinarie che terapeutiche. Grazie alla presenza di oli essenziali che le conferiscono il buon profumo è una delle piante con maggiori proprietà antibatteriche. Si distingue soprattutto per l’azione nei confronti  del  mycobacterium tubercolosis  sia a livello polmonare che intestinale e delle altre specie di mycobacterium atipiche. L’olio essenziale messo su ferite e cute infetta promuove rapide guarigioni.

Tutte queste piante si possono trovare in commercio sotto forma di piante per infusi, estratti secchi in compresse o soluzioni idroalcoliche in gtt.

Io consiglio, qualora non ci siano controindicazioni come gastrite o bambini piccoli, la somministrazione in gocce poiché l’estrazione alcolica è la migliore per efficacia terapeutica. Il dosaggio varia se si vuole un effetto preventivo (30 gtt al giorno) o curativo (dalle 20-30 gtt due tre volte al giorno) oppure se si associano tra di loro. Per affrontare con serenità questa nuova sfida del Coronavirus consiglio Sambuco Fiori 20 gtt, Helichrysum italicum 20 gtt, Crespino 10 gtt, Ginseng 10 gtt, Echinacea 10 gtt in unica somministrazione al mattino prima di colazione come prevenzione.

Il  Ministero della Salute Indiano che promuove molto le cure omeopatiche consiglia a scopo preventivo Arsenicum Album 30 ch tubo dose, tre globuli della monodose al giorno sublinguali e a stomaco vuoto per tre giorni.

Quando è possibile assumere il proprio rimedio simile e costituzionale che più di tutto porta la persona al riequilibrio e rende il sistema immunitario maggiormente efficace e attivo.

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a INFEZIONI VIRALI EPIDEMICHE E INFEZIONI BATTERICHE RESISTENTI AGLI ANTIBIOTICI

  1. Anna Musillo scrive:

    Sono molto interessata ai suoi articoli soprattutto sulla prevenzione delle infezioni batteriche e virali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *